Capitolo 10

SACERDOZIO ALLA VECCHIA MANIERA - L’ETERNITA’, LA CREAZIONE, LA PLASMAZIONE, LA REDENZIONE - PECCATO DI ORIGINE , CONSIDERAZIONI -


Il sacerdozio alla vecchia maniera

-Malachia 2,1 “E questo monito è per voi, sacerdoti. Se non mi ascolterete, e non vi darete premura di glorificare il mio nome - dice il Signore degli Eserciti, - io manderò su di voi la maledizione; maledirò le vostre benedizioni, anzi le ho già maledette, perché non vi è fra di voi chi si prende a cuore queste cose. Ecco io arresterò il vostro braccio, spanderò lordure sulla vostra facce, le lordure delle vostre solennità, e vi porterò via con quelle!.... Poiché le labbra del sacerdote devono custodire la scienza divina e dalla sua bocca si viene a cercare l’insegnamento di Dio... Voi invece vi siete allontanati dalla retta via, e siete diventati d’inciampo a molti....”

Il Signore affida a coloro che si consacrano a Lui la conoscenza e l’insegnamento di Dio, questi stessi invece lo hanno poi mandato a morte. San Paolo è chiaro circa l’inutilità del sacerdozio alla vecchia maniera...(Lettera agli Ebrei). Tanto si sono allontanati dalla verità mascherandola, distorcendola e tacendola che non hanno più saputo riconoscere il Signore alla sua venuta e il popolo devia e si perde. infatti...
Il popolo si divide in due categorie fondamentali, sfumature a parte:
- La prima è quella di coloro che sono Giusti, per convinzione, per scelta, per sacrificio o per natura: gli equilibrati, gli Uomini cosiddetti di buona volontà, i pii.
Costoro sostanzialmente da soli portano avanti il discorso della sopravvivenza dell’Umanità e sono i primi a perire quando si comincia a deviare… ”Gli Uomini pii periscono e nessuno se ne avvede...” Isaia 57,1
- La seconda categoria è formata da coloro che cercano di vivere ma in contrasto con il rispetto della vita e costoro si dividono in due sottocategorie ben distinte:
-la prima è quella di coloro che non sanno o non capiscono quello che fanno, o se sanno non hanno la forza per agire secondo la propria coerenza;
-la seconda è quella di coloro che "bestemmiano lo Spirito Santo", ossia coscientemente agiscono contrariamente alla vita e sono in contraddizione così con l'esistenza.
I primi possono sperare nella librazione dalla ignoranza e dalla debolezza, possono ravvedersi e camminare più o meno speditamente sulla Via che li riporterà alla Verità tutta intera e quindi alla Vita Eterna.
Per chi bestemmia lo Spirito Santo non può esservi perdono; costoro hanno coscientemente rinnegato la Vita conoscendo i termini della Legge, è come se dicessero: “Ho ben capito che sto vivendo del sangue, della vita e delle fatiche delle altre creature ma non mi interessa, voglio continuare a vivere cibandomi della vita altrui…”
(Questo è”Infrangere il Patto Eterno”).
I primi ed i secondi, comunque, contrastando la vita, a motivo della Legge, si allontanano sempre più dalla Fonte della Vita e vengono a trovarsi lontani separati da ogni sostentamento, da ogni luce.
- Isaia 59,2 “Con le vostre azioni avete scavato un abisso fra Me e voi.”
Coloro che bestemmiano consapevolmente Dio, "gli empi", come si suol dire, cercano di sopravvivere "alimentandosi di altre vite..." ... e questo spiega tutto.


Premessa: Adamo ed Eva… mangiavano… finchè…

Un accenno a quanto detto lo troviamo nel film "STARGATE"
(di Dean Devlin & Roland Emmerich C.1994 LE STUDIO CANAL PLUS - CENTROPOLIS FILM - CAROLCO PICTURES )
" Una razza stava morendo... traversò gli spazi per sfuggire alla morte... trovò un pianeta ove erano esseri dal corpo facilmente "riparabili" ...tutti fuggirono...solo un ragazzo si fece incontro ...e rà entrò in lui come un parassita..."
Se una razza sta perendo è perché contraddice la Vita; rà infatti prevarica l’identità del ragazzo per sfruttare il suo corpo che è uno dei peccati più gravi, in più si parla di “corpi facilmente riparabili”.
Marco 5,12 – E gli spiriti lo scongiurarono (Gesù):
“mandaci da quei porci, perché entriamo in essi “
Glielo permise. E gli spiriti immondi uscirono ed entrarono nei porci –
Marco 6,32- E partiti (I Dodici Apostoli) predicavano che la gente si convertisse, scacciavano molti demoni, ungevano di olio molti infermi e li guarivano.
Matteo - 12,43
“Quando uno spirito esce da un uomo, va per luoghi aridi cercando sollievo, ma non ne trova
prende altri peggio di lui e torna nella casa che trova spazzata ed adorna... e quell’uomo sta peggio di prima!”
Ormai dovreste avere un quadro abbastanza preciso della situazione.
Fuori si sta male, non c’è sostentamento, io stesso ho udito durante l’opera forte ed intensa di Sacerdoti esorcisti gli spiriti che vorrebbero rifiutarsi di “uscire” dicendo: “Non riuscirete… qui stiamo bene… stiamo vicini al cuore.. abbiamo diritto perché.. la strega… ci ha mandato…per l’odio e l’invidia di Caio verso Sempronio…”
State attenti, maghi e streghe a parte, perché odiare, invidiare e altro consimile è motivo di decadimento deperimento ed anche malattia, vostro e dell’oggetto delle vostre “attenzioni”…

Ma torniamo al giardino di eden.
Ora voglio cercare di capire perché "qualcuno" (noi bionici, carnali, mezzi robot, senza conoscenza del bene e del male, senza verità, quindi, prima di aver mangiato "la famosa mela") dovrebbe coltivare e custodire il "giardino di eden" di piante con radici che riciclano la terra... ed anche per chi dovremmo farlo e soprattutto come il Signore ha rivolto a favore della Vita tutto ciò…
Da un rio tenebroso destino di schiavi ci salva Dio, grande, incredibilmente immenso è il Suo amore, tanto grande da aver concesso che il Suo Figlio patisse per salvare coloro che, pur piccoli, pur miseri, pur semplici, per il loro amore per la vita, potessero essere salvati.

Leggiamo ciò che è rimasto della testimonianza resa da Mosè.
Finita però la tradizione orale che viene dalla Memoria spirituale, si cominciò a scrivere, a trascrivere, a tradurre, poi secoli e secoli bui di traversie, di persecuzioni...
Esodo 13,8
Nei sette giorni si mangeranno azzimi e non ci sarà presso di te ciò che è lievitato; non ci sarà presso di te il lievito, entro tutti i tuoi confini.
[8]In quel giorno tu istruirai tuo figlio: E` a causa di quanto ha fatto il Signore per me, quando sono uscito dall'Egitto.
[9]Sarà per te segno sulla tua mano e ricordo fra i tuoi occhi, perché la legge del Signore sia sulla tua bocca. Con mano potente infatti il Signore ti ha fatto uscire dall'Egitto.
(Osservate bene il un volto umano.)
Consideriamo con giusto animo ciò che è rimasto della Vera Bibbia della Parola di Dio, degli Antichi Testi, dell’opera degli scribi, degli emanuensi a testimonianza di avvenimenti di ere lontane.
Rammentiamo prima di affrontare l’argomento una espressione del Signore da Isaia:
-Isaia 45,7 - “ Io formo la luce e creo le tenebre,
faccio la prosperità
e produco la sventura,
Io il Signore compio tutto questo “

Dio compirà forse azioni contrarie alla Sua volontà?
Ed allora perché “Creo le tenebre”?
Perché la Creazione è distinta da Dio?
Chi si è allontanato da Lui? Non forse i suoi Figli che Egli è venuto o, nell’accezione comune, ha mandato il Suo Figlio a cercare, a salvarli perché su di loro incombe la morte, la cancellazione dal libro della Vita?
Ma questi ormai nelle loro tombe corporali, ormai dimentichi non lo hanno neanche potuto o saputo, riconoscere ed Egli ha pianto su di loro e ha chiesto il perdono al Padre Suo.
Ma se un Figlio di Dio (che ha la Vita e la Sorgente della Vita in Se stesso) opera secondo la volontà del Padre, di Dio, ecco è Dio stesso che opera emanando il Suo Spirito per l’azione e nell’azione e il prodotto è Luce dalla Luce, un tutt’uno ( Io formo la luce ), siamo nell’Eternità.
Ma se il figlio opererà in modo difforme dalla Volontà del Padre pur con la Luce della Vita, la sua eredità, la sua “energia”, la sua capacità operativa, (Dio in Lui) creerà tenebra (e creo le tenebre).
E da Giovanni 1, sappiamo:
In principio era il Verbo, il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio.
[2]Egli era in principio presso Dio:
[3]tutto è stato fatto per mezzo di lui, e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che esiste.
[4]In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini;

e San Paolo in Colossesi - 1,16
- ..poiché per mezzo di lui sono state create tutte le cose, quelle nei cieli e quelle sulla terra, quelle visibili e quelle invisibili: Troni, Dominazioni, Principati e Potestà. Tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui.

- “Ma con le vostre iniquità avete scavato un abisso fra voi ed il Vostro Dio…” Isaia 59,2

Quindi la Sorgente della Luce, si allontanerà da lui finché…
”Ma Io non rivolgerò la faccia per sempre ne sarò per sempre adirato altrimenti cadrebbe davanti a me lo spirito e perirebbero le anime che Io ho creato”. Isaia 57,16
Lontano da Dio, scaturigine della Luce, le Stelle di Dio si esauriscono…
– Gesù, il Figlio, la Luce del Padre, La Vita, è venuto nella sua proprietà ed ha colmato il baratro ed ha aperto una via per tornare, infatti la Creazione è gia in vista di Gesù.

Non indurite i vostri cuori né voi Ebrei né voi Gentili né voi Musulmani, Indiani, Africani, Orientali… voi creature, popoli tutti sappiate che la Via è possibile e concessa a tutti, i termini li trovate nei vostri cuori ed anche nelle menti.
Che Dio ci protegga.

Non curatevi delle ripetizioni, della forma, cerco di esprimere cose grandi, troppo grandi ed il mondo non dà tregua e riposo…

- Io ti conoscevo per sentito dire, ma ora i miei occhi ti vedono.
Perciò mi ricredo e ne provo pentimento sopra polvere e cenere.

Giobbe 42,5,6
Creazione , parentesi dell’Eternità.
L’Eternità va intesa come “realtà fuori dal tempo e dallo spazio”.
Giovanni - 8,58 -Rispose loro Gesù: «In verità, in verità vi dico: prima che Abramo fosse, Io Esisto».
Giovanni - 17,5 -E ora, Padre, glorificami davanti a te, con quella gloria che
avevo presso di Te prima che il mondo fosse.-
Giovanni - 15,27-“…voi siete stati con me fin dal principio”
Giovanni - 1 - In principio era il Verbo, il Verbo era presso Dio e Dio era
il Verbo. Egli era in principio presso Dio :
tutto è stato fatto per mezzo di Lui.

Ed il Credo: “ Generato e non creato, della stessa sostanza del Padre prima di tutti i secoli.”
(prima di tutti i secoli, prima che il mondo fosse, prima del tempo).
“La Gloria che avevo presso di Te prima che il mondo fosse”

Con il Vangelo di Giovanni abbiamo, forse, l’unica espressione sulla Generazione dell’Esistenza, la Genesi descrive la Creazione che è un’altra cosa.
Ciò che è Generato da Dio, Sorgente dell’Esistenza, è una cosa sola con Lui, Egli è la Sorgente della Luce, della Vita in mezzo ed una cosa sola nei Suoi Figli.
La Creazione è distinta da Dio ed in vista della Redenzione.

Ecco che tutti questi termini definiscono una REALTA’ “PRIMA” diversa DELLA CREAZIONE: L’ETERNITA’!.

IL LOGO è prima di ogni creazione generato e non creato
Anche la Sua Gloria è PRIMA DELLA CREAZIONE del MONDO!

L’ETERNITA’ è GENERATA DA DIO PRIMA (diciamo così) della creazione. E’ con il mondo che abbiamo il tempo, che è una creatura essa stessa.
Il MONDO è una PARENTESI della ”ETERNITA’ ” !
Il mondo è CREATO e la creazione è certo da Dio ma separata da Lui, dal Logo ed in vista di Lui.
In vista di Lui, di Gesù, della Salvezza.
Gesù è la Vita per cui ognuno può dire: Io Esisto.
Nessuno può creare se non Dio solo, ma la creazione è distinta da Lui ed in attesa della sua comparsa nel mondo per tornare a Lui.
La creazione è quindi cosa buona in virtù della bontà di Dio e non solo si esprime affermando:
Isaia 45,18- Poiché così dice il Signore, che ha creato i cieli; Egli, il Dio che ha plasmato e fatto la terra e l'ha resa stabile e l'ha creata non come orrida regione, ma l'ha plasmata perché fosse abitata:

Tobe, Tobe,Tobe; il termine che ricorre nella Genesi; la creazione era cosa buona, molto buona! E già in vista della Redenzione!

«Io sono il Signore; non ce n'è altri…
Ed infatti ecco ancora:
Giovanni - 3,16- Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna
Egli non è mai lontano ed è sempre pronto a manifestarsi a chi lo invoca
La creazione, come tutte le cose create, staccate dal Padre, è giocoforza temporanea, è la Legge.
Nasce, cresce, vive e muore, ma
Giovanni - 10,16 - E ho altre pecore che non sono di quest'ovile; anche queste io devo condurre; ascolteranno la mia voce e diventeranno un solo gregge e un solo pastore.
Tutto torna a Lui ma…
Giovanni 14,6 -Gli disse Gesù: «Io sono la Via, la Verità e la Vita. Nessuno viene al Padre se non PER MEZZO DI ME.

Ecco il trait d’union!, il collegamento, la Porta dal Padre alla Creazione e dalla Creazione di nuovo al Padre, Gesù, Dio Salva fatto Uomo! per riscattare la Creazione e riportarla all’Eternità.
DEO GRAZIA!

A Gesù spetta il Giudizio e la Vendetta, il mantello dell’Emmanuele è intriso di sangue…
Isaia 13,4
-Il Signore, Dio degli Eserciti passa in rassegna un esercito di guerra.
.-Isaia 49,7 - Io sono il Signore, il Santo di Israele, il Vindice!

Quindi si individuano quattro FASI distinte

I - GENERAZIONE: L’ ETERNITA’ - una cosa sola con DIO - Egli è la Causa dell’ Esistenza, la Scaturigine della Vita, della Forza, è al centro dei suoi Figli . “In Lui era la vita e la vita era la Luce degli Uomini”)

II - CREAZIONE: NEL DOMINIO DEL TEMPO (distinta da DIO - da LUI fatta in vista della
possibilità di Redenzione, del ritorno a LUI.
Per mezzo di Dio fattosi Uomo, Gesù, Dio Salva, unica Via per
tornare a DIO per chi creato è da Lui distinto o da Lui si è separato.

Gli Scienziati esaminando le Galassie in fuga e rivolgendo l’indagine scientifica ai misteri dall’Universo sono arrivati a ritenere che l’Universo si sia prodotto miliardi di anni fa da un “puntino” assolutamente minuscolo al nostro cieco modo di vedere.
Questo mondo sembra essere una realtà espulsa dall’Eternità e quindi, sotto il dominio del Tempo…Una conseguenza della LEGGE che è La Regola di DIO per l’evolversi degli eventi.
Ora, che necessità c’era di Creare quando già c’era l’Eternità, la Gloria, una realtà unita a DIO di Figli di Dio nella Casa del Padre?
Questo BIG BANG non può essere visto come una conseguenza dell’allontanarsi da Dio di qualche sua creatura? La conseguenza di ciò ha determinato l’azione di DIO che noi chiamiamo creazione, un mondo di luce e tenebra da Lui distinto.
Ecco il figliol prodigo:
“Padre dammi ciò che rispetta in eredità, vado via dalla Tua Casa…” Chi mai è tornato a cercare Il Signore se non i Suoi Figli dispersi? ma con questi Egli chiama anche noi poveri piccoli mortali che hanno però accolto la testimonianza di chi lo ha conosciuto ed amato e ci ha insegnato ad amarlo e, soprattutto ci ha donato il Suo Spirito Eterno.
Già la creazione appare quindi come una opera di Dio a causa di un allontanarsi da DIO, infatti, ripeto…
“Ma con le vostre iniquità avete scavato un abisso fra voi ed il Vostro Dio…” Isaia 59,2

La CREAZIONE , pur distinta da DIO era “COSA BUONA”infatti è da LUI ed in vista di LUI. Ma se viene definita dall’inizio “in vista di Lui” è l’Opera di Dio per riportare a Se chi si è allontanato, ma deve essere accaduto ancora qualcosa

Finita la Creazione appare anche un’altra cosa la:
III - PLASMAZIONE di creature di terra ove lo spirito viene racchiuso nella carne da cui ci libera Gesù stesso (purificazione dalla carne . remissione dei peccati per la Vita Eterna).
Ecco che si parla dell’Eternità di nuovo per chi abbraccia Gesù e questa è la la quarta fase: la –
IV - REDENZIONE.
In verità manca in ciò che ci è stato tramandato un riferimento preciso all’Eternità.
Egli è certamente venuto a richiamare i Suoi Figli per qualche evento allontanati da Lui e dispersi nel mondo. Costoro, vieppiù, unitisi alle donne di terra hanno anche generato nella “carne” producendo (pro-creazione) stirpi Mortali, Eroi, Uomini Famosi… (Genesi…)
Hanno dimenticato tanto da non riconoscerlo più alla Sua venuta…
”Venne nella Sua proprietà ma i suoi non lo accolsero. A quanti però lo accolsero ha dato il potere di diventare Figli di Dio …..” Giovanni 1.11
E c’è di più, nella Comunione col Padre e con il Figlio si riceve lo Spirito Santo, ed ecco dalla I Lettera di San Giovanni...
“Per questo il Figlio di Dio si è manifestato , per distruggere le opere del diavolo. Chiunque è generato da Dio non commette peccato, poiché il seme di Dio rimane in lui; egli non può peccare perché è generato da Dio.” -
Non più creazione ma Generazione, l’unione col Padre e col Figlio, con Dio. Ecco con Gesù si riceve la Vita Eterna, nella nostra vita si accende in noi con il battesimo accolto la Sorgente inesauribile della Vita, Il Padre.

-Ma attenti, ripeto...“Nessuno viene al Padre mio se non attraverso di Me.+”
-Marco 2,17 “….non sono venuto per chiamare i giusti, ma i peccatori”
Ci sono tanti Giusti che sono preda di coloro che sono ancora succubi del peccato e di intralcio al Vangelo (Saulo/San Paolo).

Sto pregando per capire e… far capire e capire da chi ha “capito” che solo Dio è Maestro

Leggiamo queste poche righe e consideriamole serenamente, confrontiamole con il certo, con il conosciuto vero ad oggi. Cercherò di dare una interpretazione non secondo i nomi ma secondo le azioni.
Voglio offrire a tutti voi, alla Chiesa delle note nuove per argomentare, necessarie soprattutto alla luce delle recenti scoperte biogenetiche perché ognuno le valuti e ne possa trarre, alla Luce della Preghiera, una ulteriore possibile interpretazione dell’amore di Dio.

L'Albero della Vita e della conoscenza del bene e del male dà la Vita eterna, ed era PROIBITO!
Da chi?
Attenzione : Non c’è altra Vita eterna che Dio stesso.
Attenzione : Non c'è conoscenza se non dallo Spirito Santo,
solo Gesù è Maestro.
Origene nel Commento al Cantico dei Cantici III:GSC 33, p.193 si esprime dicendo circa i Nomi di Gesù: “ E non ti devi meravigliare se Egli in persona si chiama Melo e Albero della Vita e molte altre cose, poichè gli vengono dati i nomi di Pane Vero, di Vite Vera...”

Attenzione : Nessuno, per quanto cerchi di nutrirsi di Spiriti viventi, di Vite fresche, di Aborti, di Vergini, anche continuamente, può acquistare la Vita eterna!.
-Il solo fatto che si nutre di altre vite già lo pone in contraddizione con la Vita.

Il serpente, essere carnale, plasmato (chiamato "l'istruttore" nell’Apocrifo di Giovanni o anche: “colui che scioglie i segreti”) consigliò Eva di mangiare dell'albero che dà la Vita Eterna da cui la coscienza e la conoscenza del bene e del male, quindi… "Mangiare di Dio"!
Infatti in -II Samuele 14,17 –
“Il re (Davide), mio signore è come l'Angelo di Dio nel conoscere il bene ed il male.”
E il Re Salomone…:”Concedi al tuo servo un cuore docile perché sappia rendere giustizia al tuo popolo e sappia distinguere il bene dal male... “ Ecco ti concedo un cuore saggio e intelligente.” I Re 3,9
L’unica conoscenza e reale capacità di discernimento viene da Dio per opera del Suo Spirito e nessuno può "rubare Dio".
Gli stessi Sacerdoti officianti all’altare nella suprema funzione pregano perché è effettivamente mortale prendere indebitamente di Dio.
Corinzi - 11,27 - Perciò chiunque in modo indegno mangia il pane o beve il calice del Signore, sarà reo del corpo e del sangue del Signore.

Ma andiamo per gradi.
Leggiamo quanto è rimasto della Tradizione, pur riportata dagli scribi ma rammentiamoci che tutto ciò che è incerto, incoerente, dubbio, misterioso va esaminato perché sia certo, chiaro, sicuro, svelato nella coerenza e per la coerenza della logica che, per dare frutti certi, deve partire dalla Verità e procedere dritta come insegna la Santa Chiesa.
-S.Paolo -Efesini - 2,20 - edificati sopra il fondamento degli apostoli e dei profeti, e avendo come pietra angolare lo stesso Cristo Gesù.
-Giovanni 7,24 -
“Non giudicate secondo l'apparenza, ma giudicate secondo retto giudizio “
2
-Geremia 8,8 –
Anche la cicogna, nell'aria, conosce la sua stagione, la tortorella, la rondine e la gru conoscono il tempo della migrazione: ma il mio popolo non conosce la legge del Signore !
Come potete dire: "Noi siamo savi, abbiamo con noi la Legge del Signore! ".
Eccola cambiata in menzogna dalla penna bugiarda degli scribi. ...

Ora leggiamo in I Cronache 21
Satana insorse contro Israele e sedusse Davide perchè facesse il censimento di Israele. Davide ordinò a Gioab...
Confrontiamo in 2 Samuele 24
L’ira del Signore si accese ancora una volta contro Israele e incitò Davide contro di esso, così: “ Và a fare il censimento d’Israele e di Giuda”. Il re disse a Gioab, capo dell’esercito...”
Il satana non è certo l’Ira del Signore che si manifesta per esempio invece con L’Angelo sterminatore nella vigna del Gebuseo…
Samuele 24,15 – Così Il Signore mandò la peste in Israele… E quando l’Angelo ebbe stesa la mano su Gerusalemme…
I Cronache 21,15 - L’Angelo del Signore stava in piedi presso l’aia di Ornam il Gebuseo. 16 Davide, alzati gli occhi, vide l’Angelo del Signore che stava fra cielo e terra con la spada sguainata in mano, tesa verso Gerusalemme
(Una visione come quella dell’Angelo inviato dal Signore a Roma a debellare la peste a seguito della preghiera disperata del Papa che lo vide alla fine poggiasi su Castel Sant’Angelo rinfoderando la spada da cui la statua, prima di marmo, poi colpita da un fulmine quella attuale di bronzo.)
Quanto tempo, quante traduzioni, i Libri sono stati perduti, ritrovati, la Tradizione orale ormai impossibile per il rarefarsi della Luce del Tempo di Mosè.

-Giovanni 5,39
--“ Voi scrutate minuziosamente le Scritture, perché credete di aver per esse la vita eterna;
e sono proprio quelle che mi rendono testimonianza. Eppure
non volete venire a me, per avere la vita”.
-cfr.Marco 7,7 - Avete reso la legge di Dio precetti di uomini
Ed insegnava loro dicendo: «Non sta forse scritto: La mia casa sarà chiamata casa di preghiera per tutte le genti? Voi invece ne avete fatto una spelonca di ladri!».
Ed egli rispose loro: «Bene ha profetato Isaia di voi, ipocriti, come sta scritto: Questo popolo mi onora con le labbra, ma il suo cuore è lontano da me.
Invano essi mi rendono culto, insegnando dottrine che sono precetti di uomini.
Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini».

Così Sant’Agostino:
"Qui, o c’è uno sbaglio di copista, o il traduttore non ha reso bene l’originale, o io non capisco"


Sembra che manchi nelle Scritture tutta la parte che tratta del Principio di cui al Vangelo di S.Giovanni 1 – La Gloria che aveva Gesù prima che il mondo fosse.

Leggiamo attentamente le parole della Genesi

-Gen. 1,27
-Iddio creò l'uomo a sua immagine, a immagine di Dio lo creò;
tali creò l'uomo e la donna...
-E Iddio vide quello che aveva fatto, ed ecco, era molto buono.
Di nuovo fu sera, poi fu mattina: sesto giorno.

- Quindi L'UOMO E LA DONNA sono: CREATI
- e creati CONTEMPORANEAMENTE

Finisce il VI GIORNO
Termina la "Creazione"
Continuiamo a procedere insieme in questa analisi anche perché invero, non possiamo dire, stando nel mondo e nel tempo del mondo quale "giorno" veramente sia. (Prego che sia l'alba del III giorno per ciò che preannunzia Osea)

-Gen. 2,1 -Furono così compiuti il cielo e la terra e l'organizzazione di tutti gli altri esseri. Avendo Iddio ritenuta finita, al settimo giorno, l'opera che aveva compiuto, il giorno settimo cessò da ogni opera da lui fatta, e benedì questo giorno e lo santificò, perché in esso aveva cessato da ogni opera da lui compiuta, creando.
-Ora accade una cosa nuova, quando?
Quando ancora non vi erano piante che crescevano dal suolo.
Quando ancora non vi era pioggia.
Quando ancora non esisteva alcun uomo da cui la terra venisse lavorata.
-Allora viene formato, plasmato, costruito Adamo dalla polvere del suolo !
Costruito da cose create !
Mentre la creazione è un fatto universale, Adamo viene plasmato su questa Terra, su questo Pianeta, in una località ben circoscritta e probabilmente la stessa ove Gesù è venuto e ivi, si è fatto crocifiggere. “Un fiume usciva da Eden per irrigare il giardino, poi lì si divideva e formava quattro corsi. “ il Pison, il Ghicon, il Tigri, l’Eufrate…

Questo Adamo (terra rossa ) PLASMATO non può essere l'UOMO CREATO il VI giorno
Adamo riceve il soffio vitale nel naso per diventare "anima vivente"
Adamo è la polvere del suolo riciclata dai frutti con radici o lo Spirito nel naso?
In più Adamo è solo mentre nella creazione l’uomo e la donna sono creati contemporaneamente
I frutti del giardino di eden sono buoni da mangiare.
Quando ricercando fra le bestie plasmate, dopo aver plasmato Adamo (mentre nella Creazione le creature vengono create prima della creazione dell’Uomo e della Donna) non si trova un aiuto "adatto" ad Adamo!, ..
-Genesi 2,20 "Ma per Adamo non si trovò un aiuto degno di lui."
--- Ecco che Eva viene plasmata, strutturata" da un pezzo di Adamo.
( oggi diremmo forse clonata? )
In questo si può ravvisare un motivo del modo di trattare la donna come essere inferiore in quanto, stando a quanto leggiamo, non aveva una sua vita ma una struttura carnale separata ma dipendente dallo spirito di vita di Adamo. Non si parla di spirito per Eva.
Due corpi, ma un solo spirito di vita !
Solo con l'amore di Dio, l’amore, la preghiera dei Viventi, il Battesimo, la donna carnale riceve un suo Spirito di Identità e diviene anch'essa vivente ed in Lei Maria acciocché possa essere veramente Madre e non “produttrice”.
L’Opera della Donna viene chiamata infatti… PRO-CREAZIONE

Non dimentichiamo mai, mai che Dio, quello vero, conosce ogni cosa e provvede a che non avvengano misfatti e cose abominevoli.
Con il perdono che Dio a concesso venendo a salvare, entrambi possono finalmente acquistare un vero corpo ed una vera carne e diventare eterni, se onorano il dono della vita -Dio s’è fatto come noi per portarci a Lui.. dice una bella canzone.
C'e solo da capire chi ha materialmente "costruito" Adamo plasmandolo da cose create e chi ha plasmato Eva da un "pezzo" di Adamo e come uno spirito possa sostenere due corpi, e se realmente Eva è "staccata da Adamo".

Noi non vediamo lo spirito, vediamo solo la materia in un modo speciale e solo in uno spettro di radiazioni molto circoscritto.
Al posto da cui è stata tratta Eva viene formata la carne.
Attenzione che il DNA è modificabile, l' Identità no, ora sappiamo cosa è la copia di un essere fatto da un suo pezzo, preoccupiamoci che spirito c’è nei cloni!
Rammentate sempre S.Giovanni 3,6
Quel che è nato dalla carne è carne e quel che è nato dallo Spirito è Spirito.
E’ come se il Signore dalle azioni che si compiono ci parlasse ancora in "parabole" così, intanto capiamo senza sapere in attesa dello Spirito Santo per capire e sapere, per essere liberi.
La Verità elimina l’errore e libera l’Uomo.
Ora, continuando a leggere ci si accorge che:
- Viene proibito ad Adamo di mangiare i "frutti" dell'Albero della Vita e della conoscenza del bene e del male dicendo una cosa che si rivela non vera…
Leggiamo infatti:
-Gen. 2,15 –“.. ma dell'albero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare, poiché se tu ne mangerai, di certo morrai “.

Dio, vero, non mente nè si contraddice mai

-Gen. 3,22 - ...” Ecco, l'uomo è divenuto come uno di noi, avendo la conoscenza del bene e del male .
Ora facciamo si che egli non possa stendere la sua mano, nè cogliere ancora del frutto dell'albero della vita, per mangiare e vivere in eterno”.

... per mangiare e vivere in eterno!

Il più astuto fra gli animali (plasmato e quindi non creato n’è tantomeno generato), come ce lo presenta la Genesi che non fa nessun riferimento ad alcuna sua eventuale malvagità, afferma invece la verità parlando ad Eva.
Dice infatti che mangiando del frutto dell'albero della vita e della conoscenza del bene e del male non sarebbero morti, anzi sarebbero divenuti come Dio acquistando la conoscenza.
-C'è un solo modo per "vivere in eterno" "mangiare" della Vita, di Dio, per Dio, fare la Comunione direbbero i Cristiani, o qualcuno pensa che ci sia altro modo?.
E ripeto ancora la frase espressa inizialmente:
“Attenzione : Nessuno, per quanto cerchi di nutrirsi di Spiriti viventi, di Vite fresche, di Aborti, di Vergini, anche continuamente, può acquistare la Vita eterna!.
-Il solo fatto che si nutre di altre vite già lo pone in contraddizione con la Vita.”
-C'è poi un solo modo per "conoscere il bene ed il male", per acquistare consapevolezza, bisogna avere il discernimento che si ha solo con lo Spirito Santo per la promessa di Gesù.

Infatti:
-Gen. 2,25 - Or, Adamo e sua moglie(?) erano tutte e due ignudi, ma non ne avevano vergogna...
-Gen. 3,6 - ... (La donna) Colse quindi del frutto, ne mangiò e ne dette anche a suo marito, che ne mangiò con lei.
Si aprirono allora gli occhi di tutti e due e s'avvidero che erano nudi;..
-Gen. 3,10 - ...Chi ti ha fatto conoscere che eri nudo ? Non hai forse mangiato del frutto dell'albero che ti avevo proibito di mangiare ?-

E’ il frutto dell’Albero della Vita Eterna che fa conoscere !
Ecco, quindi che ad Adamo ed Eva si aprirono gli occhi...capirono!

Un’altra considerazione importante :
Colui che proibisce ad Adamo e minacciandolo di sicura morte se avesse preso i frutti dell’albero della Vita Eterna e della conoscenza del bene e del male, non ha le caratteristiche di Dio (vero) in quanto Dio solo dà ed è la Vita Eterna.
Altra considerazione.
Genesi - 32,25 - Allora Giacobbe rimase solo (al guado dell’Ibbok) e un uomo lottò con lui fino allo spuntar dell’Aurora. Vedendo che non riusciva a vincerlo, lo percosse nel cavo del femore… Disse colui: «lasciami andare che spunta l’Aurora» . Rispose: «Non ti lascerò partire se non mi avrai benedetto». …. «Non più Giacobbe sarà il tuo nome ma Israele, perché hai combattuto con Dio e con gli uomini ed hai vinto». Giacobbe gli chiese: «Dimmi il tuo nome, ti prego!». Gli rispose: «Perché chiedi il mio nome?». Ed egli lo benedì.
[31]Allora Giacobbe chiamò quel luogo Penuel «Perché disse ho visto Dio faccia a faccia, eppure la mia vita è rimasta salva».
-«lasciami andare che spunta l’Aurora» questo può dirlo solo il dio di questo mondo, infatti in Giobbe 38 leggiamo cosa fa l’Aurora per disposizione del Signore (vero):
[12] Da quando vivi, hai mai comandato al mattino e assegnato il posto all'Aurora,
[13] perché essa afferri i lembi della terra e ne scuota i malvagi?

E’ peccato cercare di essere come Dio all’infuori di Lui (che è intrinsecamente impossibile, infatti il peccato è come pazzo..)
Essere come Dio è essere con Dio una cosa sola e non può essere un peccato, che questo è possibile e dipende solo da Lui.
"Rimanete in Me ed Io in Voi" Giovanni 15,4
" Come tu Padre, sei in Me ed Io in Te, siano anch’essi una cosa sola..." Giovanni 17,21
Ho già citato la Parola di Gesù che dice "Non è forse scritto nella vostra legge: "Io ho detto : Voi siete Dei " - Ora se ha chiamato Dei coloro ai quali fu rivolta (ed accolta) la parola di Dio..." Giovanni 10,34 –
Siate santi, perché io, il Signore, Dio vostro, sono santo. Levitico 19,2
Egli avrebbe proibito Se Stesso minacciando di morte Adamo?
Questo contraddirebbe con la sua volontà di invocarlo, di tornare a Lui, di battezzare tutte le Creature nel Suo Nome traendole dalla cecità spirituale, dalla morte...
Egli perdona e aiuta chi lo cerca, e fa battezzare (Ezechiele) chi si preoccupa per le nefandezze del mondo e stermina gli altri.
Attenzione che il patto del Signore nel Suo Sangue e nel Suo Corpo è Nuovo ed Eterno, quindi c’è sempre stato.
-Melchisedek offrì ad Abramo Pane e Vino...
-Elia nel suo camminare per 40 giorni nel deserto su confortato sostentato dall’Angelo che gli dette pane ed acqua…
-Elia è stato assunto direttamente in Cielo… e precede sempre il Signore in ogni sua venuta.
E' prendendo della Vita Eterna che si diviene eterni
Non sta scritto che vorranno (o vogliono, meglio vorrebbero) sospendere il Sacrificio Perpetuo e la Libagione?
Non garantirà il Signore che il suo Popolo non ne prenderà… riferendosi all'abominio della desolazione sugli altari ?
Non facciamoci ingannare dal tempo: ogni creatura che vuole aprire gli occhi, che va verso Gesù è una Eva, un Adamo che fugge al "paradiso di delizie del mondo".

"Vi lascio la pace vi do la Mia Pace, non come ve la dà il mondo."
Rifuggite le “delizie”, “la pace”, “la sicurezza” del mondo!

Quando diranno pace e sicurezza è la fine! I Tessalonicesi - 5,3

Ecco, a loro accadde come aveva detto l'animale più furbo... che non ha nessuna attinenza col demonio, e non diversamente.

Nello stato animale non c'è questa consapevolezza, è lì che cercano di farci tornare per sfruttarci!
Solo l'Uomo, in virtù della Coscienza che è solo da Dio, percepisce consapevolmente il bene ed il male ma è forzato al male dagli istinti della sua struttura bionica...
Il giardino di Eden non mi sembra quindi un gran bel posto, anzi...
Piante con le radici che riciclano la "polvere del suolo" con i frutti buoni da mangiare, che è fatta di coloro che "tornano polvere" che si formano dalla polvere.
Polvere che è Energia "congelata", Spirito in stato di morte... Ma abbiamo trattato già ampiamente l'argomento.
L'eden è un posto ove chi è preposto alla sua coltivazione non ha capacità di conoscere il bene dal male e viene tenuto lontano dall'Albero della Vita Eterna e dalla Conoscenza.
Mi sembra più un posto ove c'è la "pace del mondo" quella atrofia, quella mancanza di conoscenza che, ripeto è propria degli animali.
Gli alberi del giardino di Eden vengono messi nello Sheol come leggiamo nei profeti. -(Ez. 31,18)

Eva ed Adamo vengono affrancati dall'abbrutimento in virtù dei frutti dell’albero che da la Vita Eterna, e quindi sembrerebbe che dobbiamo ringraziare Eva per aver accolto il suggerimento dell'animale più furbo ed aver dato ad Adamo la possibilità di riscattarsi dalla schiavitù servile di un mondo costruito chissà da chi e per quali scopi, come il paese dei Balocchi, di chi invisibile sfrutta l'ignoranza delle creature costringendole in lavori e costumi dei quali non si riesce a comprendere sempre bene le finalità.

Rimane da capire come mai la terra produrrà spine e triboli come conseguenza dell'aver mangiato dell'albero della Vita. (scrivo Vita con la V maiuscola in quanto si parla di Vita Eterna), ma non è difficile.
Primo - Adamo ed Eva non erano eterni, ma possono divenirlo.
Gli viene invece negata la possibilità di poter aspirare ad essere eterni inibendo loro di poter mangiare ancora dell'Albero della Vita per avere la Vita Eterna!
(che si ha, ripeto, solo da Gesù, da DIO Salva e non c’è altra Vita eterna possibile ovunque o comunque.)
Secondo - Adamo ed Eva erano nudi...
Ricordo che da bimbo le Suorine mi insegnarono a fare la "Camicina di Gesù"
Era un foglietto ripiegato su se stesso con un taglio a V, in mezzo alla piega (come il Poncho di Garibaldi) e con dei colpi di forbice avanti e dietro si formavano tante spine.
Ad ogni buona azione, ad ogni fioretto si abbassava la spina chiudendo il foro, via via la camicina si formava per tenere caldo Gesù...
Se Adamo ed Eva erano nudi, lo erano prima spiritualmente e certamente senza vesti e quindi preda di ogni sfruttamento, la luce dello Spirito, il, sangue spirituale è utilizzato dal mondo per realizzare le strutture del mondo, è l’unica fonte di energia di un mondo senza Dio...
Gli animali, nei limiti, non hanno freddo né caldo, a molti il cuore batte con velocità grande... ma non sono creativi, sono prigionieri in una costrizione molto maggiore che nell’uomo, gli insetti peggio, le piante, poi... e le pietre?
-Apocalisse 22_ E le foglie dell’Albero della Vita servono a guarire le nazioni…
Una volta che lo spirito è stato protetto dalla Luce frutto dell'Albero della Vita Eterna, da Gesù, in virtù del patto Eterno, da Dio per opera dello Spirito Santo, ecco che si evidenzia l'oppressione che si materializza in "spine e triboli, dolori del parto, sudore della fronte" affrontabili però con la azione dell’uomo sulla via della libertà.
Si comincia finalmente a disfare il paese dei Balocchi, la "prigione dorata".
In uno, è come se Eva dicesse: " rinuncio a satana e a tutti i suoi falsi doni! Voglio essere Me Stessa! Io Esisto, ne ho coscienza! La mia Vita in virtù del Frutto dell’Albero della Vita ha acquistato Conoscenza, ora so di essere nuda e mi vergogno!….Sono capace di vergognarmi! Sono capace di distinguere il bene dal male! Io Esisto e so di esistere!
Con le mie forze affronterò i disagi, non voglio prostituirmi ai falsi doni e subire l'onta della prigione dorata dell'eden."
Altro che "paradiso" terrestre! Ecco la “pace” del mondo.
Il Paradiso è quello che ci guadagniamo, grazie a Dio (vero) col sudore della fronte liberandoci dalla carne con la remissione dei (soliti) peccati. Via, via! alle "delizie del mondo".
Il Signore, colui che è la Vita e da la Vita, il vero Dio è anche Vindice, conosce ogni cosa e opera volgendo in favore della Vita anche l'opera, mutandola, degli empi.
Il mangiare altre vite, uccidere quindi, per mangiare, diviene offrendolo a Lui, la loro liberazione.
Egli nella sua immensa saggezza ed infinita bontà ha delineato il suo disegno di salvezza, ci fa conoscere ogni cosa, ci salva dalla sopraffazione e dalla morte.

Attendiamoci che presto ci dia modo di ricordare le cose future e quelle passate, ci mandi lo Spirito Santo perché ci convinca circa il peccato ed il giudizio, perché, evidentemente non possiamo capire, non sappiamo ancora, questa è la promessa, già non siamo più soli e lo saremo sempre meno e la Verità ci farà sempre più liberi.

Un’altra chiave di lettura e una constatazione e considerazione grave. L’Uomo è l’unico essere, per quanto mi consta, a poter operare il bene ed il male.
La sua mente, logica, ma senza la verità alla base, agisce in ambiti di verità parziale (conosciuta con i sensi ed elaborata con la ragione coerente in se stessa ma legata ai principi informatori, alla conoscenza imperfetta), impone comportamenti spesso non coerenti con il generale rispetto della vita. Egli pensa di agire egoisticamente per il suo bene a scapito degli altri autogiustificandosi e credendosi nel giusto. Questa narrazione non vorrà forse dirci che la creatura ha cercato di rompere i vincoli naturali della coerenza spontanea che è propria delle specie? Le creature tutte (tranne l’uomo) si attengono all’ ”istinto” hanno dei comandamenti coercitivi non eludibili e mantengono un equilibrio dinamico di sopraffazione per avere una esistenza, pur del mondo, migliore possibile.
Se consideriamo il cervello libero dall’istinto ma senza verità che imposta le azioni in tutte le direzioni, ecco assistiamo alle assurdità che contraddistinguono la specie carnale umana ...
Ma è scritto che l’Albero della conoscenza del bene e del male, mangiandolo, dà la Vita Eterna che viene solo da Dio vero, possiamo avanzare l’ipotesi che c’è stato un tentativo da parte di Eva consigliata dalla creatura più furba fra le bestie plasmate dalla polvere del suolo del giardino di Eden, di scatenarsi dai vincoli delle leggi imposte in Eden e procedere nelle azioni in libertà senza freni…? Ma il mangiare del frutto dell’Albero ha aperto loro gli occhi e, mentre prima non provavano vergogna perché non potevano, “ecco si avvidero che erano nudi” ed allora provarono vergogna...
Questo significa che il frutto dell’Albero della Vita apre gli occhi alla Verità, alla coscienza…e allora?

Queste considerazioni mi vennero spontanee appena dopo la mia guarigione leggendo la Bibbia, man mano, Ave Maria su Ave Maria....
Le offro a voi come spunto e considerazione per una sempre più profonda analisi della realtà.

Quando le prospettai ad un mio carissimo amico, egli mi disse con sorpresa che erano espresse con chiarezza in testimonianze antiche dei primi cristiani e scritte in un Vangelo, L’Apocrifo di Giovanni.
Mi accennò al testo che è interessante ma che va letto comunque, come tutto, con estrema cautela e discernimento confrontandolo con ciò che la Scienza ha acquisito di certo. Ivi si nominano anche i costruttori delle varie parti di Adamo…
(la Gnosi ed il Mondo ed TEA.)

Vorrei esprimere ancora delle considerazioni.
Come ho già detto, noi vediamo solo fotoni in un ristrettissimo spettro di frequenze, non vediamo i Campi di Energia, non vediamo gli spiriti, Mosè vide Dio manifestatosi nel cespuglio ardente e solo la sua gloria di spalle.
La vera scala va fatta considerando non le altezze “fisiche” ma i livelli di Luce! (e nel mondo: di energia.)
Dio è l’Origine ed il Centro unico della Luce e la Vera Luce Eterna. Ecco che col Battesimo nel suo nome riceviamo lo Spirito Santo e, quindi, Dio abita in noi… Come dobbiamo raffigurarci l’origine della Luce in ognuno ed al contempo tutta al “Centro” che è Dio?
Quando fu considerata la affermazione di Galileo che osservando il movimento degli Astri s’avvide del moto della Terra e dei pianeti intorno al Sole si doveva tener conto anche di questa relatività meccanicistica.

Vorrei rammentare che "Ognuno verrà ammaestrato da Dio" , che la conoscenza non può venire dalla dottrina del mondo ma solo Gesù è Maestro come San Paolo dice chiaramente nella lettera sua stimando immondezza la sapienza e la scienza del mondo. (In altri termini la Verità può venire solo dalla Vita). La testimonianza viene in ognuno ad opera dello Spirito Santo e per lo Spirito Santo da ognuno si ha la grazia l’un per l’altro.
Dato che il termine ammaestrato potrebbe dar luogo a giusti, fastidiosi ripensamenti vorrei definire questo ammaestramento per ciò che è in realtà. Dio, Io Esisto, determina in virtù del Suo disegno di Salvezza la vera crescita per cui si diviene capaci di capire, sempre più se stessi, sempre più indipendenti dagli altri e dal cervello di carne, mero strumento del mondo. Rammentiamoci che Dio è la scaturigine dell’Esistenza ed è la Vita, Gesù, Dio Salva, ci fa Esistere dandoci una Vera Identità libera dai vincoli del mondo, una Vera Carne, un Vero Corpo in cui con la Vita abbiamo la Sorgente Eterna della Vita...
Rimanete con Me ed Io rimango con Voi...
Io sono con voi fino alla fine del mondo...
Grazie Gesù

Prima di chiudere questo capitolo vorrei fare un’osservazione importante sul manifestarsi dei “caratteri regressivi dello stato di origine”
Se comincia a difettare, e non è sempre per colpa nostra, la luce della coscienza, viene naturale sbaciucchiarsi o tastarsi e carezzarsi o compiere atti carnali, propri o impropri, in pubblico e senza pudore, o stare nudi come gli animali con i genitali al vento preda dell’istinto o dell’apparente ragione giustificatrice del mondo. Questo è niente, è un inizio e preghiamo che rimanga tale anzi receda. Se la luce si allontana dalla Sfera Morale ecco assistiamo a improprietà sessuali, è già accade, poi a stupri di massa, violenze, ammucchiate, atti osceni non più almeno appartati ma ovunque. I bimbi vengono insidiati, il desiderio del piacere e le droghe (materiali o spiritiche) inducono atti che neanche gli animali fanno perché l’uomo di terra ha una capacità operativa guidata da una intelligenza che gli permette azioni qualunque... “Mi piace, perché non dovrei farlo? è-hé....
Non considerare nulla di illecito, questa era la religione che li univa...
Molti erano i reati di frode, ma i più di violenza. Questa però resta nascosta: le urla e lo strepito dei timpani e cembali coprivano la voce di chi invocava aiuto fra stupri ed eccidi. Il flagello penetrò dall’Etruria in Roma come una contagiosa pestilenza... Infine una denuncia pervenne al Console Postumio...-
Dai Libri XXXIX-XL di Tito Livio, a cura di A Ronconi e B. Scandigli, Utet, Torino, 1980. - Opera già citata.

Questo finché i giusti soggiogati con l’inganno e la forza non reggono più a ripulire e il caos aumenta fino a rompere l’equilibrio del pianeta...
Oppure aumenterà in tempo la ricerca di Dio, la Fede, la più completa osservanza dei dettami di Gesù nelle pratiche religiose, la vera libertà dalle dottrine del mondo, la preghiera...

Benedetto Jhawè con i due Angeli alle quercie di Mamrè.
Benedetta la Presenza, la Venuta ed il Ritorno di Gesù!

- Opera Registrata - © Mauro Botarelli - Tutti i diritti riservati -