Capitolo 3

TESTIMONIANZA - CHI E' DIO? QUALE E' IL SUO NOME? - LA TERZA FRASE - SI COMPONE IL DIVARIO FRA CULTURA E FEDE -

Prima di affrontare questo argomento, voglio darvi testimonianza di un altro avvenimento estremamente importante che ha lasciato una profonda traccia nella mia esistenza.

TESTIMONIANZA

Passa il tempo e, come per tutti, tante vicissitudini, la famiglia soprattutto, l'amore grande per la moglie ed i figli, il senso di intimità, di felicità al pensare a loro ed il desiderio di vedere anche le altre famiglie felici... invece purtroppo assistevo a divisioni, liti, separazioni con conseguenze disastrose per i figli, per tutti.
E sempre nelle orecchie:
" E bello combattere nelle prime file... con un cuore grande sotto lo scudo... ed anche morire per la Patria...per la moglie, per i figli..."
Ed anche un'altra frase insegnatami dalla mia professoressa di Liceo mi tornava spesso in mente:
"Finché ci sarà qualcuno disposto a dare la vita per la libertà, questa non perirà mai."
Non sapevo donde venisse, poi la vita insegna in molti modi.

Nella mia vita non sono stato mai molto bene, fastidi, dolori addominali, nausee, mal di testa, incapacità di digerire, mal di stomaco, extrasistole, pressione alta...
Ogni tanto andavo dal medico, ma nulla di risolutivo.
Invero rimpiangevo il mio dottore di quando ero bimbo, una persona veramente umana e capace, direi in una parola, all'antica.
Quando veniva, una visita accurata, completa, una diagnosi certa, pochi medicamenti essenziali e dopo un po’ il male passava.
Era il 1986 non ne potevo più, i dolori, la nausea, il vomito, il male alla testa, agli occhi era tremendo, non riuscivo a mangiare se non appena e ogni tanto. Ogni giorno era peggio, il cuore si fermava, poi dava dei colpi forti troppo spesso, mi addormentavo e la mattina mi svegliavo con male alla testa e più stanco che la sera.
Il medico mi prescrisse delle analisi e degli accertamenti tra cui una ecografia, mai fatta prima d'allora.
All'uscita dello studio Medico mi appoggiai ad una inferriata e piansi.
I bimbi piccoli, mia moglie, il lavoro impegnativo e di grande responsabilità al quale tenevo tanto.
Non avevo paura della morte ma mi dispiaceva lasciarli.
L'ecografo aveva mostrato un rene sinistro che in sostanza era un grumo di cisti, le più grandi otto centimetri circa, del destro si notava il terzo medio, la parte centrale ben conservata, sopra e sotto altre grosse cisti.
"Lo credo che lei si sente sempre male, i reni sono ridotti al punto tale che si intossica subito, così il problema della pressione... Rimedi? si contenga con una dieta molto stretta che il suo medico curante le prescriverà insieme a medicine opportune... Se aspira le cisti rischia una infezione o comunque, dato il volume potrebbe aprirsene una adiacente...poi potrebbero sempre comunque ricrescere. Se si opera, certo il rene non lo recupera... Con il trapianto, a parte altre considerazioni, lei starebbe praticamente sempre sotto terapia..."
Queste più o meno furono, a memoria i pareri ed i consigli dei vari medici ai quali mi sono rivolto.
Riporto integralmente la testimonianza resa al Papa anni dopo per il S.Natale del 1991 consegnata personalmente alla Porta di Bronzo all'attenzione del suo Segretario, oggi Vescovo S.E.Mons.Stanislao.
Resi, invero testimonianza personalmente nel 1987, in settembre, ricevuto da Mons. Stanislao, direttamente nella Cappella del Santo Padre, lassù in alto vicino alle Sale Pontificie, esponendo la mia storia a Mons. Cabongo oggi anche lui Vescovo in Africa.
Conservo ancora dei Rosari benedetti che mi furono donati in quell’occasione.
Con la testimonianza un allegato riporta succintamente le mie prime considerazioni sull' Essere o non Essere che trovano maggior espressione in queste righe.

- A SUA SANTITA' IL PAPA GIOVANNI PAOLO II S. NATALE 1991

GRAZIE , GRAZIE PER TUTTO CIO’ CHE FA’, PER IL SUO CORAGGIO E PER IL CORAGGIO CHE, DALL’INIZIO CI HA DATO QUANDO E’ COMPARSO CON IL CROCIFISSO IN MANO A GRIDARCI: " NON ABBIATE PAURA.. C’E’ GESÙ, IL SIGNORE E’ VENUTO A SALVARE, CORAGGIO!!.....
IO ERO MALATO AL PUNTO CHE ABBRACCIAVO MIA MOGLIE E PIANGEVO, NON SAPEVO QUANTO MI SAREBBE RIMASTO DA VIVERE.
DEI RENI SI VEDEVA IL TERZO MEDIO DEL DESTRO, IL RESTO ERANO CISTI CHE IN UN ANNO HANNO RAGGIUNTO GLI UNDICI CENTIMETRI DI DIAMETRO.
NON MANGIAVO QUASI PIU’, NON DORMIVO PIU’, GONFIO, IL CUORE IN TURBE S’INGROSSAVA, NON AVEVO PIU’ FORZE....
AVEVO SALUTATO I MIEI PICCOLI : "SIGNORE, SE DEVO VENIRE ECCOMI... ... MA LORO CHE FARANNO, CHI SE NE PRENDERA’ CURA ? "
NON POTEVO ESSERE OPERATO, ERA INUTILE E PERICOLOSO, IL CUORE, IL RIGETTO... I FARMACI...

MIO PADRE MI DICE : "C’E’ UN VESCOVO CHE FA MIRACOLI..."
RISPONDO : "AL SIGNORE CREDO, AI PRETI NO ..."
VADO, GUARDANDO AL SIGNORE, LA CHIESA DI PIAZZA QUADRATA...
NELL’ATTESA RECITO PER LA PRIMA VOLTA IL ROSARIO, DIMINUISCE IL SENSO DI DISPERAZIONE... MI DOMANDO COME MAI...
E’ IL MIO TURNO, ENTRO, SORPRESO VEDO UN UOMO DAL VOLTO UMANO, SORRIDENTE BONARIO, UN PO’ COME PAPA GIOVANNI.
LO SGUARDO DOLCE; SUL TAVOLINO UN PANNO ROSSO, IL CROCIFISSO, IL CALICE CON IL CORPORALE, UN CERO ACCESO,...
MI CHIEDE : "COSA VUOI DA GESU’ ? "
ED IO : " STO MOLTO MALE... MA QUELLO CHE NON SENTO PIU’ E’ IL CORAGGIO DI VIVERE... LA MANO DEL SIGNORE SU DI ME... ECCO VORREI CHE MI FOSSE RISTABILITO IL CONTATTO CON IL SIGNORE, IL CORAGGIO DI AFFRONTARE LA VITA, SIA FATTO SECONDO LA SUA VOLONTA’..."
RECITIAMO UN PATER NOSTER, UNA AVE MARIA, UN GLORIA AL PADRE AL FIGLIO ED ALLO SPIRITO SANTO TRE VOLTE, POI UN ATTO DI DOLORE...
DEVO RIPETERE LE SUE PAROLE PERCHE’ NON RAMMENTAVO PIU’ TUTTE LE PREGHIERE, NON CHE FOSSI LONTANO, MA LA LITURGIA, LA MONOTONIA, LA VOCE IN FALSETTO MI AVEVANO FATTO ACCEDERE ALLE CHIESE SOLO QUANDO NON C’ERA CERIMONIA; MI METTEVO IN FONDO IN PIEDI E CHIEDEVO, PARLAVO... PREGAVO POI USCIVO AD AFFRONTARE LA VITA, IL LAVORO, LO STUDIO.
IL VESCOVO ALZA GLI OCCHI AL CIELO E PREGA DICENDO: “SIGNORE, QUESTO FRATELLO E’ VENUTO NELLA TUA CASA A CHIEDERTI AIUTO, TU CHE SEI BUONO E SEI VENUTO A SALVARE ASCOLTALO, PERDONALO…” MI TRACCIA CON L’OLIO LA CROCE SULLA FRONTE, POI VI POGGIA ENTRAMBE LE MANI...
LO RINGRAZIO, ASSISTO ALLA MESSA, VADO A CASA....
IL GIORNO DOPO MANGIO QUALUNQUE COSA, CESSA LA NAUSEA, IL VOMITO, RIMANE LA DISPERAZIONE L’INSONNIA , IL CUORE, I DOLORI.
MA INTANTO POTEVO MANGIARE, NON MI VA DI PRENDERE PIÙ ALCUNA MEDICINA, NON NE HO PRESE PIÙ.
PASSO UN MERAVIGLIOSO NATALE 1986/87
COMINCIO A FREQUENTARE LA MIA PARROCCHIA SS. ANGELI CUSTODI, QUANDO POSSO, VADO A SENTIRE MESSA ALL’ERGIFE OVE OFFICIAVA E RICEVEVA SUA ECCELLENZA MONSIGNOR EMMANUEL MILINGO.
CAPISCO COSA SIGNIFICA L’AMORE DI GESU’, DI MARIA, PIANGO DURANTE LA MESSA, COMMOSSO, DIO E’ CON NOI, NON SOLO LO SO, MA LO CAPISCO... IL MIO CUORE SOFFOCATO E FERITO DALLE INGIUSTIZIE DEL PECCATO, RIAFFIORA LA LUCE.
MI AIUTANO LE OMELIE DI PADRE MILINGO: SENTO TANTA UMILTA’ , TANTO AMORE E TANTA FORZA, MI DICO: " IL SIGNORE HA FATTO TANTO PER ME, ED IO COSA POSSO FARE PER IL SIGNORE ?
TANTA TANTA LA GENTE, MOLTI I MALATI, GENTE CHE, PARTECIPANDO A RITI STRANI, ERA RIMASTA INVISCHIATA DAI DIAVOLI, VIENE LIBERATA, PROPRIO COME SI LEGGE NEL VANGELO...
BISOGNA RINGRAZIARE PAPA PAOLO VI CHE HA RICHIAMATO LA CHIESA ALLA CONSIDERAZIONE DEL PERICOLO TERRIBILE, SUBDOLO, SOTTOVALUTATO DEL DEMONIO.
UNA REALTA’ NUOVA SI PALESAVA AI MIEI OCCHI: SI PARLAVA DI "CARISMI" VERITA’ IGNORATA, DISTORTA, SOFFOCATA.
DOPO DUE MESI RIESCO A FARMI RICEVERE NUOVAMENTE, CON MIA MOGLIE.
DA ALLORA SONO SCOMPARSE LE CONTROVERSIE E GLI SCREZI... IO NON AVEVO PIU’ DOLORI NE’ LA PRESSIONE ALTA.
INTANTO COMINCIAVO AD AVVERTIRE AL CENTRO DELLA FRONTE UN SENSO DI PRESSIONE CHE, PREGANDO, SI FACEVA PIU’ FORTE FINO A DIVENIRE SENSIBILE UN SEGNO DI CROCE...
MI DICEVO: IO STUDIO INGEGNERIA, COSA ACCADE ?
ANALIZZAVO TUTTA LA FENOMENOLOGIA CON ATTENZIONE MENTRE IL MIO CUORE AVVERTIVA, TALVOLTA LA PROFONDA SENSAZIONE DI AMORE E SICUREZZA COME SOLO LA MADONNA, MADRE DI DIO E MADRE NOSTRA, PUO’ DARE.
LEGGEVO LA BIBBIA E MI DICEVO: COSA CI E’ STATO NASCOSTO ?
ERA IL 16 GIUGNO DEL 1987, IL COMPLEANNO DI MIA MADRE, MA STANDO ELLA CON PAPA’ A BOLSENA, SENZA TELEFONO, LE INVIAI UN AUGURIO, MENTALMENTE.
LEGGEVO LA LETTERA DI S. PAOLO AI CORINZI...
" Cari fratelli non voglio che siate ignoranti circa i Doni Spirituali .... il dono di far miracoli .. il dono di profezia ..il dono di guarigione .. e vi fo sapere che chi non ha lo Spirito Santo bestemmia il Signore e solo chi HA LO SPIRITO SANTO può dire GESU’ è IL SIGNORE ..."

IN QUELL’ISTANTE BALZO SUL LETTO DICENDO A MIA MOGLIE :
" LUCIA MI E’ PASSATA ANCHE LA DISPERAZIONE, E’ COME SE MI AVESSERO TOLTO UNA PIETRA GELATA DALLA TESTA..."
MI RIMANEVA IL CUORE, NON AVEVO PIU’ ENERGIE MA MIGLIORAVO GIORNO DOPO GIORNO.
VERSO IL NATALE 1987 DESIDERO FARE UN PELLEGRINAGGIO A MEDJUGORJE CON ALTRI CARI AMICI DI FEDE.
CI FERMIAMO DA PADRE JOSO, GLI RENDO TESTIMONIANZA DI QUANTO ACCADUTOMI, EGLI COMMOSSO MI ABBRACCIA... PIAN PIANO IL MIO CUORE DAL PELLEGRINAGGIO E’ TORNATO FORTE, STO BENISSIMO.
HO RIPRESO A LAVORARE PIENAMENTE, CON LENA, LE CISTI SONO FORSE MENO CONSISTENTI, LE SENTO SOTTO LE DITA PALPANDO LA PARTE, ERANO ARRIVATE FIN AVANTI...
CONTINUO IL CAMMINO NEL SIGNORE, RENDO TESTIMONIANZA A TUTTI, PARLO CON TUTTI, CHIEDO LA PAROLA AL SIGNORE, LA FORZA.
MI AVVERTONO : " A RIMINI C’E’ IL CARDINALE DI MILANO CARLO MARIA MARTINI E’ INVITATO PADRE TARDIF... VIENI E VEDRAI..."
VADO CON TUTTA LA MIA FAMIGLIA...
ALCUNI LASCIANO LA SEDIA A ROTELLE, ALTRI VENGONO GUARITI DA CANCRO, DA LEUCEMIA, DA STERILITA’ I SORDI ODONO, ALCUNI MALATI VEDONO, UN MUCCHIO DI APPARECCHI PER L’UDITO GETTATI SI FORMA SULL’ALTARE...
MI DOMANDO CHI FIN’ORA HA NASCOSTO GESU’ A TUTTI, COSA ACCADE ?
GIULIANO FERRARA MI INVITA AL "TESTIMONE" IL GIORNO DI SAN PIETRO E PAOLO NEL 1988.
CHIAMA SEVERINO GAZZELLONI, GASMANN, ZICHICHI, ALTRI....
INVITO IL VESCOVO DICENDOGLI : " ECCELLENZA NESSUNO SI CURA DI RENDERE COMPLETA TESTIMONIANZA A GESU’, SI TACE E SI TENTA DI OSCURARE LA VERITA’, VENGA, TUTTI, TUTTI, DEVONO SAPERE.... "
INSISTO, VIENE, E’ UN SUCCESSO, UNA TESTIMONIANZA DELLA PRESENZA DEL SIGNORE NEL MONDO, DELL’AMORE DI MARIA.
GIULIANO FERRARA HA IL CORAGGIO DI PROIETTARE IL NASTRO VIDEO DI RIMINI 88 ...
IL GIORNO DOPO MI TELEFONANO DECINE E DECINE DI PERSONE...
DICO LORO COME HA DETTO A NOI PAOLO VI :
-" L’AZIONE DELLO SPIRITO SANTO E’ UNA MANIFESTAZIONE TANGIBILE...."
IL SIGNORE E’ L’UNICA REALTA’ INNEGABILE.
APPRESSO ESPONGO POCHE CONSIDERAZIONI BASILARI CON CUI RIESCO A PARLARE ANCHE AGLI SCETTICI ED AGLI UOMINI DI "SCIENZA".
LE OFFRO A LEI PER IL SANTO NATALE, VIVA GESU’ !

- ESSERE O NON ESSERE –
Il brano che accompagnava la testimonianza riportava succintamente ciò che viene espresso con maggiore dettaglio in questo libro

-Riprendiamo quindi il discorso sospeso perché potessi darvi prima testimonianza di quanto accadutomi, domandandoci:

CHI E' DIO? QUALE E' IL SUO NOME?
IL SIGNIFICATO, LE CONSEGUENZE.

E’ importante definire il problema più importante per l’Umanità da sempre.
Facciamo una premessa rileggendo ciò che ci rimanda la tradizione:
- Dal Libro dell’Esodo
- MOSE' mandato dal Signore a liberare dalla schiavitù d'Egitto il Popolo d' Israele chiese a Dio :
-“Il Dio dei vostri Padri mi ha mandato a voi. Ma mi diranno: " Come si chiama, ed io cosa risponderò loro?"

Prima di iniziare la trattazione di questo argomento voglio richiamare l’attenzione che ‘Dio’ si fa conoscere e dichiara il Suo Nome!

-Esodo 3,14 -
- E IDDIO disse a Mosè: "JHAWE’ " ( COLUI CHE ESISTE E FA ESISTERE )
- DIO disse:"Dirai agli Israeliti: IO ESISTO mi ha mandato a voi..."

" QUESTO E' IL MIO NOME PER SEMPRE :
DI GENERAZIONE IN GENERAZIONE.”
- Come posso dimenticarmi di DIO ? dimenticherei me stesso.
- IO ESISTO è l'unica certezza per ognuno.
Esisto ed ho la consapevolezza di esistere
-IO ESISTO sono IO, VERO, VIVO - Non siamo in due, sono solo, una cosa sola con DIO
-DIO in me sono proprio soltanto IO, la mia identità, me stesso! Pure se in un corpo carnale.
-Non esistevo - Ecco ORA ESISTO - La Causa della mia venuta all'esistenza, questi è DIO,
ossia, è la cosa che io metto al centro di tutta la mia considerazione.
-Per DIO si intende: Colui che E', che Esiste, che fa Esistere, Colui che dà l' Identità, La Vita, la Coscienza di Essere per cui Esisto e sento di Esistere.
- La Croce non è lo strumento di tortura sul quale il mondo crocifigge e tortura la nostra vita,

la CROCE + è LA STELLA DELLA VITA, il NOME DI DIO VENUTO A SALVARE !

il nome che Dio dà all’Uomo perché, vivo, possa vivere per sempre, il Nome del Figlio dell’Uomo, il Nome di GESÙ.

IO-ESISTO. - JHAWHE', LA VITA, L'ESISTENZA, ...LA COSCIENZA DI ESSERE, L'IDENTITA'....

- DIO E' LA SOLA REALTA' INNEGABILE,
- TANGIBILE quindi DIMOSTRABILE, , INEQUIVOCABILE,
SENTITA DA TUTTI, DA SEMPRE, E
".. di Generazione in Generazione" PER SEMPRE !

Ora siamo alla Generazione Umana...
-Ecco il significato delle parole: "Prima che passi questa Generazione ..." ... Prima che passi la Generazione Umana !

- Da queste poche ed ovvie considerazioni si riesce ad apprende che :
L'Esistenza è l'unica certezza e
DIO ne è la causa e l'effetto è quindi l'Unica Certezza.

- Una doverosa precisazione: la antica parola DIO sembra avere un significato semplice :
"cosa al centro che adoro".
- Esaminando infatti l'espressione che si trova spesso nella Bibbia :" Il Signore mio Dio " ci si accorge del significato basilare, che sfugge purtroppo nella traduzione e che può essere espresso:
"Colui che Esiste, Colui che è causa dell'Esistenza, Io Esisto, in Me la Mia Vita, al centro di Me che adoro "
Cosa altro che la Vita dovrei porre al centro per apprezzarla, amarla, servirla ?

Dire " Dio chi è" è sbagliato. La domanda va posta :
-"Cosa poni al centro di tutta la tua attenzione, del tuo interesse, al centro di te ?... La Vita o qualche idolo?”
-Se poni la Vita al centro di tutte le tue considerazioni, ecco....
la Vita è il Tuo Dio!.

Dalla Vita tutto procede, e tutto le appartiene...
-Davide stesso dice “ Tutto ti appartiene e tutto io ti offro di nuovo ...”

Chiunque dica: "Non pongo la vita come cosa della massima considerazione, ecco io adoro...il Vino!"
Costui vive usando, disprezzando la Vita.
Costui non è coerente
Nella sua aberrazione crocifigge e strumentalizza la Vita e la sfrutta adorando, servendo "falsi dei".
Insiste nella sua follia e usa tutta l’intelligenza, la furbizia, finanche la forza al servizio del "vino"
Costui è ubriaco, ebbro del vizio che lo possiede facendolo schiavo ma, attenzione è settorialmente pazzo...

SETTORIALMENTE PAZZO, infatti:
Il vino lo beve, ‘non se lo infila nelle orecchie’, è strumentalizzato dal "vizio" e usa la Vita sua a tornaconto di qualcosa a cui fa comodo che assuma il vino, come qualcosa ha utilità che si assuma droga, si gettino i neonati nella spazzatura o si abortisca e comunque non si sia coerenti con il Rispetto della Vita, non si dia testimonianza della Verità, non si predichi la Parola di Gesù!

Giusti fino ad un certo limite in modo da essere "corretti ma tiepidi", vivi, attivi e prolifici per essere gestiti ed usati ma lontani dalla libertà, dalla salvezza.
Ecco che nel nome e per opera diretta della Vita colui che “è preda” del vizio può essere risanato ricevendo per-dono la Vita.
Per la preghiera concessa da Gesù, i "pensieri" deviati vengono eliminati dalla Croce che prende su di se (tollit peccata mundi), brucia, i peccati, illuminando i meandri celebrali.
Si desta ad opera della Luce della Vita dal torpore, dalla confusione, libero dalle "energie" che nel cervello provocano la schiavitù del vizio (del peccato), conosce in se il bene ed il male, anche riferito all’impropria assunzione di "alcolici" o altro dannoso.
Ora è coerente, nel centro della mente però, vuole fare il bene ma ancora non riesce.
Man mano che la Luce della Verità, della consapevolezza, il regno di Dio, il suo amore, si allarga nel cervello:
( Sacramenti, Preghiera, , Unzione + Imposizione delle Mani, la preghiera fervente dei Fratelli che lo amano come ha detto Gesù e soprattutto la SS. Comunione) ....finalmente per la pietà e l’amore di Dio sarà la sua Identità via, via più grande + + + ad avere la forza di comandare in Verità il suo cervello.
Ecco il suo comportamento sarà corretto, egli avrà la forza per opporsi all’errore ed alla tentazione e come il Signore lo ha perdonato, "fatto nuovo, vero", (Pater Noster in San Luca) potrà perdonare gli altri.
Ora è coerente ed ha anche la forza per agire coerentemente e per correggere, per-donare, diciamo meglio. Avendo la Vita può donarla perché l'abbiano anche gli altri...

Ci sono delle congregazioni di persone che pur di gran fede vengono indotte in errore, p.es. commemorando l’Ultima Cena e facendo la Comunione una volta l’anno! - Ordinati, onesti ma poco Santi ! –

Attenzione che non serve solo essere ‘buoni’, pur essendo un vantaggio; bisogna essere mondati dal ‘peccato di origine’, bisogna essere santi, ossia: fisicamente staccati dal mondo, appartenere a Dio.
San Paolo, Romani - 8.9 –
“Voi però non siete sotto il dominio della carne, ma dello Spirito, dal momento che lo Spirito di Dio abita in voi.
Se qualcuno non ha lo Spirito di Cristo, non gli appartiene” !
.
L’imposizione delle mani, la preghiera per i malati, l’unzione degli infermi è una rarità ....non parliamo dell’esorcismo, siamo tutti sanissimi? Tutti mondi?.
‘Non capisco’ come mai venivano torturati ed anche uccisi i sospetti di possessione invece che esorcizzati nel periodo dell’inquisizione...

Che il Signore provveda Lui stesso a premiare tanta dedizione dei fedeli e fare giustizia di chi vuole tenerci lontani da Lui prevaricando il Suo Patto Nuovo ed Eterno.
Il Signore ha promesso che Egli sarà nostro pastore. Egli susciterà quindi suoi pastori, che i nostri pastori sono lupi rapaci che non risparmieranno il gregge;...
Isaia - 24.5 - La terra è stata profanata dai suoi abitanti, perché hanno trasgredito le leggi, hanno disobbedito al decreto, hanno infranto il patto eterno.
-Matteo 24,15 – “Quando dunque vedrete l’abominio della desolazione, di cui parla il profeta Daniele, stare dove non conviene… “
-Daniele 8,10 – “s’innalzò fin contro la Milizia Celeste e gettò a terra una parte di quella schiera e delle stelle e le calpestò.
S’innalzò fino al Capo della Milizia e gli tolse il sacrificio quotidiano e fu profanata la Santa Dimora.
In luogo del Sacrificio quotidiano fu posto il peccato e fu gettata a terra la Verità; ciò esso fece e vi riuscì. ….poi il il santuario sarà rivendicato”
Ma voi popolo mio non ne prenderete...
Sono profezie, sono visioni di cose future, ma se e come accadranno dipende dall’impegno e dalla perseveranza di ognuno di noi….

Quando l’incoerenza viene messa alle strette non lascia la vita schiava e succube e crocifissa ma anima con violenza e forza crudele il corpo carnale contro chi propugna la Verità e voi vedete i corpi torcesi ed urlare sotto le preghiere dei Sacerdoti nell’esorcismo.
Ma ormai il Signore è venuto ed ha concesso ogni potere sull’iniquità, sul male o diciamo meglio senza eufemismi ed incertezze: sulla network dei diavoli, l’antico serpente chiamato diavolo e satana. E’ sufficiente che ci si riconosca fra i figli di Dio e non fra i figli della deviazione e così si agisca.
- Attenzione i popoli stranieri dai costumi inumani (comportamenti per cui la vita diviene impossibile) a causa dei quali venivano abbattuti da Israele che procedeva verso la Terra Promessa da Dio ad Abramo, dicevano:
"Il Signore vostro Dio"...
Nella lettera di San Pietro leggiamo che il Vangelo va’ predicato anche ai morti e in una canzone c'è un passo : " ...per dare la Vita a chi non ce l'ha..."
Senza commenti porto come esempio un tempio pagano significativo, il Pantheon che ha una struttura circolare con un buco aperto al centro:O
La Cupola della Chiesa di San Pietro in Roma ha, invece, al centro il nome di Dio, della Vita ed è chiusa...

Ecco l’effetto del Battesimo che Dio in tanti modi ci concede superando l’abisso scavato fra noi e Lui! O + In noi viene l’Origine della Vita e la Vita il Centro e la Luce dal Centro.
Consideriamo il simbolo della vita per l’Egitto e confrontiamolo con il nome della Vita e della Sorgente della Vita il nome di Gesù
Poniamo ora la figura del corpo dell’uomo sovrapposta ai simboli nei due casi ed otterremo due figure interessanti per capire cosa hanno cercato di fare per strumentalizzare la vita nel corpo:

     


Un cervello senza centro, un biocomputer, senza Dio, senza la guida della Vita, senza Verità, ma in un corpo vivente, che si ‘riproduce’!
Pensiero logico ma senza verità, strumentalizzabile, nella "Metropolis di sopra".- Creature vive e coerenti nella "Metropolis di sotto"-- e Maria...che li unisce in preghiera...
Metropolis: Regia. Fritz Lang.
Ma con il Battesimo nel Nome della Vita Eterna viene la Luce di Verità al centro della Macchina Celebrale il “doppio Cip Neuronale inizia a comporre pensieri alla Luce della Vita Eterna.
Ora rammentiamo quanto espresso nelle prime pagine: la Vita, (ognuno di noi), trascina con immensa fatica lo strumento di tortura fin sopra il Monte del Cranio. Là dov’é l’errore, gli strumentalizzati, hanno decretato la morte della Vita che s’è offerta a tutti gratuitamente e quindi si sono crocifissi essi stessi, infatti è questa, la Vita, che Crocifigge il peccato che s’è passata abbondantemente la misura.
Un ladrone a sinistra, un ladrone a destra e la Vita al centro.
Questo mi rammenta la forma del simbolo medico, un serpente a sinistra attorcigliato ad uno a destra in mezzo una spada…: due strutture attorcigliate ad elica come il DNA, al centro la Croce che è la stella, l’Albero della Vita + Eterna.
E bene chiarire che al ‘centro’ può stare solo la Vita e chiunque cerca di salirvi sopra viene da Lei annullato, crocifisso, disintegrato diciamo meglio. Dice Gesù: “Quando il Figlio dell’Uomo sarà innalzato attrarrò tutti a me... voi saprete che Io Esisto…” Giovanni 8,28
E certamente l’iniquità non viene risparmiata dal fuoco del nome della Vita +, della tenebra non rimane nulla.
Nessuno viene al Padre mio se non attraverso di Me.- cfr Giovanni 10.9
Il Padre di Gesù è la Scaturigine dell’Esistenza, il Padre della Vita.
Il Padre nella Vita ne è la Sorgente, la Scaturigine perché la vita sia Eterna, ma questo lo tratteremo più avanti
Ora un accenno circa la memoria
- La nostra vita nel mondo si basa sul Tempo per i ricordi.
- I ricordi umani vengono dagli eventi del mondo, dal tempo.
Con lo Spirito Santo, con la giustificazione data dalla Vita, invece i ricordi vengono dalla eternità...
- S.Giov. 14, ".. Egli vi insegnerà ogni cosa, e vi farà ricordare tutto quello che Io vi ho detto"..
"E venendo, Egli convincerà il mondo riguardo al peccato,...e vi farà conoscere l'avvenire. vi guiderà alla verità tutta intera "...
"e la verità vi farà liberi."
- Ciò che chiamiamo ‘Reale’ non è neanche provabile, dimostrabile.
Il senso di tangibilità concretezza è illusorio e comunque non dimostrabile se non in modo subordinato all'ESISTERE e da questo individuato, percepito. Viene in qualche modo elementarmente "pensato", "elaborato", "visto" in termini di astrazione e parzialità.
- Infatti: Io-Esisto Penso - Io-Esisto Vedo - Io-Esisto Agisco, ...
Io-Sono Vivo e ho la Vita nella massima considerazione
(Attenzione che dire “Io Sono” da solo non è del tutto esatto... Io sono.. cosa? Chi? – Essere va inteso come Esistere! … Che potrà mai far capire il termine:
Io sono colui che sono..?
-Quindi, la Causa dell'Esistenza, della mia esistenza e di tutta l’esistenza, per cui ognuno è se stesso ed ha coscienza d’essere, conosciuta o non conosciuta, chi sia sia....
Tutti coloro che sono appena coerenti non possono far altro che metterlo al centro di se, di tutta la loro considerazione.
E’ quindi Dio, per tutti !

Non paragonabile a nulla Egli dà l'Identità per cui Io Sono Me Stesso - Tu Te Stesso –
Così Tutti i viventi, ognuno meravigliosamente univocamente SÉ, libero e solo (pur interfacciato con il corpo).
-E' questa che dà la vera indipendenza; la mia Identità, la Mia Vita, questa è illimitata, libera, creativa, incondizionabile in se stessa.

Qualcuno ha difficoltà a capire cosa è la Vita. Il termine Vita ed Esistenza si equivalgono, così è più comprensibile. Purtroppo nel mondo ci sono delle Vite in stato di morte e questo fa pensare ad una differenziazione fre l’Esistenza e la Vita.

Dio, che è sopra ogni cosa, è il solo possibile garante della Vita e della sua indipendenza e questo si determina con La Legge che va intesa come il modo con cui si esplica il divenire.
La Resurrezione è il passaggio dalla Vita in stato di costrizione, di morte, a quello di Vita consapevole... e, per chi non l’ha oltraggiata, per chi non l’ha disconosciuta, libera ed Eterna.
La Resurrezione è giocoforza possibile solo dalla Scaturigine della Vita.
Chiarirò meglio il termine ove viene trattato il problema del cibo...

-Con la venuta all'esistenza, con il dono della Vita, Dio mi dà anche una indipendenza, una libertà assoluta.
Nello Spirito siamo liberi, ecco il libero arbitrio: nello Spirito e dopo il Battesimo, svincolati nell’intimo dalla oppressione, deviazione e pochezza della carne abbiamo la Conoscenza, quello è il momento della scelta consapevole.
Dio, è anche Causa dell’Identità. Solo con la venuta all’esistenza, con la Vita si ha l’Identità e con l’Identità la coscienza di esistere.
Questa considerazione spiega più facilmente il problema della SS.Trinità.
Dio infatti è tutto in tutti e prescinde da tutto, anche dall’esistenza stessa, anche dall’identità, è contemporaneamente tutti (per cui ognuno è se stesso, libero e solo), ed Egli è Se Stesso, il DIO Vivente..
‘Il Padre nessuno l’ha visto... "chi ha visto Me ha visto il Padre" –
San Giovanni 14,8
Genesi 18 - Alle querce di Mamrè Jhawèh apparve ad Abramo... Vide tre Uomini.
Isaia 49,16 - "Vergine figlia di Sion,...Io invece non ti dimenticherò mai... sulle mie palme ti ho disegna
Dio ha le mani
Io-Sono Il Signore,
Io-Sono il Santo di Israele,
Io-Sono il Vindice Isaia
Io-Sono Il Padre, la Scaturigine dell’Esistenza
Io-Sono il Figlio, tutta l’Esistenza
Io-Sono lo Spirito Santo
Io-Sono L’Immacolata Concezione, Madre dell’Identità
Io-Sono in Te, ecco tu Esisti, sei Te stesso, Vivente perché Io il Signore, la Vita sono in Te e Tu in Me, una cosa sola, ecco Tu sei Libero, indipendente, Solo!.

Tu puoi chiamarmi perché
Sono Padre, che solo da me E’ la Vita, Io Esisto Causa dell’Esistenza
Sono Venuto a visitarvi perché possiate capire e non periate per sempre e sono quindi il Salvatore perché il mondo vi tiene prigionieri…
Sono Spirito ed Agisco
Sono Vindice e faccio Giustizia.

E’ più facile comprendere, forse, come pur conoscendo Dio tutto ciò che è accaduto, accade ed accadrà,
ciò non pregiudica minimamente che Ognuno abbia il più completo Libero Arbitrio, la più completa libertà creativa di Azione
Nella mia vera realtà Spirituale ovviamente, perché nella carne e dalla carne ho solo schiavitù e consequenzialità !

-Il tempo del mondo è come quello di un film.
-Il tempo si contrae, si allunga, va avanti ed indietro. Il vero Tempo è quello del regno di Dio, il dispiegarsi dell’Eternità; è un ben strano posto questo mondo !.
- Attenzione quanto dico sopra può essere considerato solo un modo diverso di esprimere e di constatare ciò che la Chiesa dice... tutti i giorni da sempre in vari modi.
- L'unica condizione, se così la si vuole intendere,

- LA LEGGE, UNICA, È :

- ESSERE COERENTI CON LA VITA.

Questa è l’unica Legge per Vivere, per Esistere dalla quale discendono i Comandamenti e tutte le leggi "fisiche vere"

E con questo si giustifica quanto espresso con la Bandiera, la terza frase.

L’UNICA CERTEZZA INNEGABILE PER OGNUNO E’ LA VITA
L’UNICA AZIONE COERENTE E’ PER LA VITA
LA CAUSA DELL’ESISTENZA E LA VITA
E’ DIO,
IO ESISTO.

Ora che le frasi sono insieme vorrei fare una considerazione che riporta alle prime pagine di questo libro ove si parla della incapacità di capire, di insegnare soprattutto le cose coerenti, quelle che portano alla salvezza, alla Vita Eterna.
Cosa può significare -.-"Se anche vedessero risuscitare i morti non crederebbero." Luca 16.31
Significa che senza la luce della Vita il cervello non può, non può capire, sentire, vedere; impara ‘a pappagallo’ e in coloro che hanno una nascita con poco amore c’è una induzione a contrastare la Verità, un contrasto alla Vita a motivo della dipendenza della strumentalizzazione del corpo di carne.


-Giovanni 1- "La luce risplende nelle tenebre, ma le tenebre non l’hanno accolta, ma a quanti..."

-Le parole che accompagnano la Bandiera non sono logicamente opinabili.

Indubbiamente la nostra bandiera è ben benedetta e la mia proposta di averla come Bandiera Italiana viene solo dal desiderio di un vero chiaro, indispensabile rinnovamento.
La testimonianza al Vangelo, l’abnegazione di coloro che più facilmente capiscono, ma soprattutto l’opera dello Spirito Santo consente agli altri di capire e per questo bisogna attenersi a tutto quanto detto da Gesù nei Vangeli
(San Marco 16,16, Vangelo di Giovanni 1 ....)

Nelle pagine seguenti cercherò di dare un mio contributo per la comprensione in termini logici e biofisici di questa incapacità di comprensione.

Ecco che si compone il divario fra cultura e fede fra intelligenza e Verità, fra scienza e religione, fra la vita quotidiana e la vita eterna.

- SE LA VERITA’ NON ESISTESSE IN ASSOLUTO ... TUTTO POTREBBE ESSERE VERO

- SE LA MORALE NON ESISTESSE IN ASSOLUTO ... TUTTO POTREBBE ESSERE MORALE.

- SE LA GIUSTIZIA NON ESISTESSE IN ASSOLUTO ... TUTTO POTREBBE ESSERE GIUSTO.

- SAREBBE SOLO UNA QUESTIONE DI CHI HA PIÙ FORZA PER IMPORRE

In ultimo cercherò di mostrare i rimedi veri, la prassi perché questo si attui.
Le difficoltà non dipendono dagli uomini, la Vita non è cattiva ma ingannata nel corpo a motivo della natura carnale.
Dappresso riporto la bandiera come la proposi, per prima, all’On.le Sig,ra Pivetti il 28 settembre 1995 allora Presidente della Camera dei Deputati ed a tante altre personalità di tutti i partiti, estrazioni sociali, religiose, filosofiche.
Con essa le frasi ad oggi, che vengono dalle considerazioni espresse.
Riporto anche la lettera di accompagnamento che succintamente cerca di spiegare i miei intenti come li avete già letti in queste righe, la troverete in fondo, fra le ultime pagine come testimonianza.
Ora questa lettera è dedicata a tutti Voi che desiderate che la Vita sia rispettata.

Opera : DIO UMANITA’ VITA
Promotore : Mauro Botarelli 06.8.27.44.27
Via Monte Faraone, 30 00141 - Roma



Con la presente vogliamo informarLa della nostra iniziativa di rinnovamento che parte dalla nostra Bandiera ITALIANA, vessillo di GLORIA, UNIONE, PACE e LIBERTA’, perché porti nei suoi Colori, chiaro e visibile il nome della VITA e della VERITA’, il Nome di DIO, l’identità che ha donato perché l’uomo fosse.

L’UNICA CERTEZZA INNEGABILE PER OGNUNO E’ LA VITA

L’UNICA AZIONE COERENTE E’ PER LA VITA

LA CAUSA DELLA ESISTENZA, LA VITA E’ DIO,

IO ESISTO

Non possiamo dimenticarci di Lui, dimenticheremmo Noi stessi.
Chi non lo cerca è perché non lo conosca chi disconosce la Vita
Rinnega Se Stesso.
Roma 28 Settembre 1995                                                


- Opera Registrata - © Mauro Botarelli - Tutti i diritti riservati -